La piccola e media impresa italiana
“Il bisogno di capire le esperienze è forse la caratteristica più peculiare dell’essere umano: dobbiamo capirle, per metterci in condizione di agire efficacemente”.
Jack Mezirow, "Apprendimento e trasformazione"
  La piccola e media azienda manifatturiera o commerciale è il motore dell’economia italiana. Negli ultimi anni ha dovuto affrontare sfide gravose a causa della globalizzazione dei mercati, ma chi pensa di poterne fare a meno semplicemente auspica la fine dell’Italia come media potenza economica. Nutro un favore pregiudiziale nei confronti della PMI italiana, anche perché, fin dall’infanzia, i suoi destini mi hanno coinvolto in prima persona.
Mi piace lavorare in questo tipo di aziende e trovo che nonostante i suoi limiti questo modello organizzativa possa rappresentare un esempio persino per le grandi organizzazioni multinazionali. Soprattutto l’impresa familiare, grazie alla presenza del proprietario e spesso fondatore ha una risorsa aggiuntiva di grinta, determinazione, intuizione, leadership di cui sono sovente prive le organizzazioni di dimensioni maggiori; buonsenso e relazioni interne informali si rivelano assai efficaci per colmare le lacune derivanti dalla scarsa razionalizzazione dei processi.
L’Italia ha bisogno di queste imprese, inutile cercare di essere ciò che non siamo. Quello che ci ha assicurato prosperità fino al decennio scorso, però, non basta più. È facile entrare in una piccola azienda italiana e rendersi conto che svariati processi, dal marketing alla qualità, dalle risorse umane alla comunicazione, sono presidiati in maniera insufficiente. Schumpeter, già un secolo fa, aveva intuito che l’imprenditorialità avrebbe fatto fatica a conciliarsi con l’introduzione del pensiero manageriale nelle organizzazioni. Queste secolari frizioni non hanno più senso di esistere. Formazione e consulenza manageriale sono indispensabili per assicurare la permanenza del nostro Paese nelle classifiche dei paesi dove si vive bene, a patto che anche la piccola impresa si convinca dell’efficacia di questi strumenti.